Basket, C2/m: Cus ME-Gravina 63-83

Lo Sport Club Gravina sbanca il PalaNebiolo e si consolida al quinto posto in classifica in Serie C2.

Cus Messina-Gravina 63-83
PalaNebiolo di Messina, 13 gennaio, 18:30

Cus Messina: Lanza 6, Barbera 2, Calabrese ne, L. Restuccia 7, Palermo 4, Sigillo 24, Di Paola, Ardiri ne, Saccà ne, S. Restuccia 4, Magistro 12, Bruno 4. All. Sigillo.
Sport Club Gravina: Cavazza 13, C. Gullotti ne, G. Gullotti, Gulinello 15, Cavallari 4, Barbera 5, Marino 11, Spina ne, Indiogine ne, Minardi 6, Porto 4, Ganci 25. All. Lo Faro.
Arbitri: Sarda e Melizia di Piazza Armerina.
Parziali: 23-20; 38-42; 47-61.

Finisce con una bella vittoria sui ragazzi del Cus Messina il girone di andata dello Sport Club Gravina. Aldilà del risultato finale – di certo molto soddisfacente – ciò che è emerso dalla trasferta messinese è la solidità del roster di coach Lo Faro, un giusto mix di giovani emergenti e di giocatori esperti.

Ma veniamo alla cronaca della partita. Le due squadre si affrontano a viso aperto, con marcature rigorosamente a uomo, ed i ragazzi di casa, correndo come dei forsennati, impongono un ritmo alto alla gara. Il primo periodo vede un sostanziale equilibrio tra le due squadre nelle quali spiccano le individualità di Sigillo e Magistro – tra i locali – e di Ganci (top scorer con 25 p.ti) e Cavazza tra gli ospiti.

Nel secondo quarto i ragazzi del presidente De Fino recuperano il -3 del I periodo e, grazie anche alle giocate delle giovani guardie Barbera e Cavallari e al bellissimo contropiede orchestrato da Gullotti G. e concluso da Minardi, chiudono con un vantaggio di 4 punti (38 a 42). Già nel terzo quarto gli ospiti prendono il largo accumulando un vantaggio di 14 punti grazie ad una grande difesa che consente agli avversari di mettere a segno soltanto 9 punti e ad un attacco molto efficace anche contro la zona, con Francesco Marino che mette a segno la sua ormai “immancabile” tripla (47 a 61)

Nell’ultimo quarto i messinesi iniziano bene riducendo lo svantaggio a – 8 ma, le triple di Gulinello e le realizzazioni di Ganci e Marino, mettono in cassaforte il risultato. Si conclude così il girone d’andata con lo Sport Club Gravina al 5° posto con 4 punti di vantaggio sulla 6° e soprattutto con soli 4 punti di ritardo dalle prime. Tra i dati statistici della prima parte di campionato, emerge su tutti quello che assegna allo Sport Club la prima difesa del campionato.

La mission data dal presidente De Fino che ha fortemente voluto l’inserimento in prima squadra di molti ragazzi dell’under 19 e di alcuni under 17 (Indiogene, La Mantia e Lino) ha portato all’esordio in campionato Indiogene e La Mantia e alla maturazione di Barbera, Cavallari e Gullotti G.. Altri ragazzi del vivaio, invece, come Minardi e Gullotti C., hanno confermato ormai di essere all’altezza della categoria.

Purtroppo gli infortuni di Cavazza (appena recuperato) e Parrinello e Gullotti C. (ancora indisponibili) hanno reso più difficile il compito del coach Lo Faro chiamato ad amalgamare i tanti giovani esordienti con i giocatori della vecchia guardia (Cavazza, Gulinello, Marino, Ganci) e ad inserire i nuovi acquisti ex Lio Basket (Porto e Busi) . Oggi ci sembra di poter affermare che la quadratura del cerchio sia stata trovata e, magari, due delle quattro sconfitte subite fino ad oggi (Melilli fuori casa e Vittoria in casa) questa squadra le avrebbe anche potute evitare.

Prossimo impegno per lo Sport Club Gravina – in casa – domenica 20 gennaio alle 18 e 30 contro il S. Luigi dell’ex Scuderi al quale il pubblico di sicuro riserverà un applauso affettuoso.

Addetto Stampa Sport Club Gravina