Teneri amori, l’ultimo romanzo di Lauretta

In attesa della presentazione del romanzo, ecco a grandi linee la trama e i temi dell’ultimo romanzo di Enzo Lauretta, “Teneri amori”.

teneriamori2.jpg L’impianto di questo nuovo libro di Enzo Lauretta è quello classico del “romanzo di formazione”, qui esaltato da un incisivo ricorso alla prospettiva dell’io narrante. La crescita e lamaturazione del protagonista sono scandite – attraverso l’infanzia, l’adolescenza e la prima giovinezza – dalle tappe esistenziali di un’intera famiglia, coincidenti con quelle geografiche di un itinerario siciliano: moglie e figli accompagnano il pater familias nei suoi successivi spostamenti professionali, da Pachino a Siracusa, da Lentini al definitivo approdo di Agrigento.

Sullo sfondo, il contesto storico abbraccia parte del Ventennio fascista, gli anni concitati della seconda guerra mondiale, culminanti con lo sbarco degli Alleati nel sud dell’isola, e la faticosa ricostruzione postbellica. L’iniziazione di ‘Nzino alla vita, agli studi, all’impegno politico, alla letteratura e al teatro, destinati a confluire per lui in una feconda simbiosi, conosce passaggi drammatici. Ma non mancano momenti felici che s’inscrivono in una sorta di epica della quotidianità, ricca di episodi suggestivi, godibili, illuminanti sulla psicologia, sulla società, sul costume di quella Sicilia, Fulcro di una simile “educazione sentimentale” è I’esperienza dell’amore, anzi, degli amori: tenere e al tempo stesso infuocate passioni capaci di mobilitare tutte le energie del protagonista, contemperando la sensualità dell’eros con la dolcezza dell’affetto.

Comunicato stampa

Vedi anche: Le opere di Enzo Lauretta e Presentazione del romanzo “Teneri amori”